Crea sito

EDIZIONI PASSATE

Incó_ntemporanea 2017

La prima edizione ha avuto come protagonista l’ensemble creatore del festival, il collettivo_21, insieme a tanti ospiti. La rassegna si è aperta con un suggestivo concerto, ospitato nel centralissimo Palazzo Ghizzoni Nasalli, che ha visto affiancati il quintetto di fiati del collettivo_21 e i percussionisti dei Tempus Fugit. Atmosfera rilassata, foodtruck, chiacchere in giardino e un programma costruito appositamente per l’occasione, con la presentazione di una prima assoluta del compositore Luca Brignole. Dopo un laboratorio di musicoterapia tenuto dall’esperta Fabrizia Ruospo presso la scuola Primaria “Alberoni”, si è proseguito con un weekend musicale nella Sala Consiliare della Provincia, spazio di sorprendente bellezza e raramente utilizzato per eventi musicali (il pubblico sedeva negli scranni dei consiglieri!). Di sabato si è esibita la classe di pianoforte di Davide Cabassi, eccellenza del nostro Conservatorio, che ha così portato a compimento il progetto Incontri Contemporanei (una serie d’incontri informali con importanti autori del nostro tempo presso il MAMU di Milano); di domenica, si è assistito invece a un originale concerto cross-over fra musica contemporanea, jazz e musica popolare, ideato e realizzato da Umberto Petrin e Marco Domenichetti e dedicato alla musica delle Quattro Province. A chiudere il festival, un grande ospite internazionale: il celebre compositore e pianista Frederic Rzewski, per la prima volta a Piacenza, ha pubblicamente incontrato il collettivo_21, che la sera stessa ha dedicato alle sue musiche un concerto monografico.

Incó_ntemporanea 2018

La seconda edizione è iniziata col botto: il vulcano musicale era il celebre violoncellista e compositore siciliano Giovanni Sollima, affiancato sul palco del Salone del Conservatorio dal collettivo_21. Il secondo evento del festival, invece, ha voluto approfondire i legami con altre realtà del panorama cittadino, con un concerto in collaborazione con il festival Antichi Organi. In linea con il successo dell’anno precedente, è proseguita anche la collaborazione con gli Incontri Contemporanei del MAMU, culminata questa volta con un concerto del collettivo stesso, che ha previsto anche la prima esecuzione di “Richiami notturni dal castello di Utopia” di Irlando Danieli, dedicato proprio all’ensemble. Anche per la seconda edizione la Provincia di Piacenza ha generosamente aperto la propria sala ad un evento: “Coming Soon”, lezione-concerto dedicata alla presentazione dei futuri progetti discografici del collettivo. Il quarto appuntamento ha ospitato l’ensemble trentino Moto Contrario, che ha portato nell’auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano un’alternanza di brani di repertorio e scritti dagli stessi membri dell’ensemble. Particolarmente ambiziosa è stata infine la scelta di realizzare un vero e proprio spettacolo musicale originale, in collaborazione con il ballerino e coreografo Riccardo Buscarini e il compositore elettronico Alessandro Baldessari, dedicato al cinquantesimo anniversario dalla pubblicazione de “La boutique del mistero” di Dino Buzzati e ospitato nel Teatro Municipale; fatica coronata però da un grande successo di pubblico.